Il caso del cartello dei camion

Pubblicato

La Commissione Europea ha inflitto quasi tre miliardi di euro di multe a 5 costruttori di camion nel cartello più grande scoperto finora, il cartello dei camion, AT.39284.

È importante notare che Daimler, MAN, Renault/Volvo, Iveco e DAF sono responsabili in solido, cioè Ogni partecipante al cartello può essere ritenuto pienamente responsabile per ogni acquisto (cioè anche da un concorrente).

Questi cartellisti hanno pienamente ammesso le loro azioni e ammesso tutte le accuse.

Nel 2010, dopo essere stati scoperti dal loro dipartimento di conformità interno, MAN ha deciso di presentare una confessione alla Commissione in modo da essere esentato dalle multe.

Tuttavia, MAN continua ad essere responsabile dei danni alle parti lese (aziende che hanno acquistato o noleggiato camion nel periodo in questione).

Grazie alle conclusioni della Commissione (che sono vincolanti per i tribunali nazionali), c’è un’ottima posizione di partenza per chiedere un risarcimento.

Inoltre, nel frattempo molto alto ammontare di interessi si sono accumulati, perché originariamente gli acquisti e leasing dal 1997 al 2016 erano ammissibili.

L’unico cartello colpevole che ancora contesta la condanna (Scania) sta ancora combattendo il suo caso, tuttavia non non hanno potuto evitare di pagare multe per un importo di 880 milioni di euro.

Do you have a question?
Ask our experts!


Recent developments