Deutsche Bahn vs DAF: un altro accordo di successo nella disputa sul cartello dei camion

Pubblicato

Deutsche Bahn (DB), l’operatore ferroviario tedesco, e DAF, il produttore olandese di autocarri, hanno deciso di porre fine alla loro battaglia legale sullo scandalo del cartello degli autocarri. Le due società hanno raggiunto un accordo sul risarcimento che DAF pagherà a DB per i danni causati dal cartello.

DB, uno dei maggiori acquirenti di autocarri in Europa, ha citato in giudizio i produttori di autocarri per danni nel 2017. DB ha sostenuto di aver acquistato circa 35.000 autocarri per oltre 2 miliardi di euro durante il periodo del cartello e di aver pagato prezzi gonfiati a causa del cartello. DB ha chiesto ai produttori un risarcimento di oltre 500 milioni di euro.

L’importo del risarcimento non è stato reso noto, ma è stato riferito che si tratta di “una cifra a due cifre”. L’accordo risolve la controversia tra le due società ed evita ulteriori controversie.
Questo accordo segue una tendenza simile, poiché anche altre aziende come Waberer’s, Royal Mail e BT hanno ottenuto un risarcimento nel 2023 in relazione al caso del cartello dei camion.

È degno di nota il fatto che questi accordi contribuiscano a risolvere le controversie tra operatori e produttori di autocarri, risparmiando potenzialmente a entrambe le parti battaglie legali prolungate. Tuttavia, sia DB che Waberer’s stanno ancora portando avanti attivamente le loro richieste di risarcimento nei confronti di altri produttori di autocarri, il che indica che i procedimenti legali in questo complesso caso sono in corso.

Hai una domanda?
Chiedi ai nostri esperti!


Sviluppi recenti